circospetto! genova da un altro punto di vista

“Pagliacci!” No, è Traviata, ma è un disastro (17 febbraio 1983)

Posted in audio, musica by circospetto on 15 gennaio 2010

 

Per una volta, Violetta non è morta. Il video (audio e foto, una sola, a dire il vero) è arrivato su YouTube due giorni fa. Avremmo voluto resistere ancora un mese, sino al fatidico 17 febbraio, ma non ce l’abbiamo fatta. Ecco come il Secolo descrive, qualche anno più tardi, la terribile serata:

Naufraga clamorosamente, al teatro Margherita, la “Traviata“. L’opera, interpretata da Joan Sutherland, doveva essere il fiore all’occhiello della stagione teatrale; si è invece trasformata in uno storico fiasco per l’inadeguata prerstazione del tenore, Lamberto Furlan, “beccato” dal pubblico. Il direttore d’orchestra Bonynge, marito della Sutherland, abbandona il podio, la moglie si rifugia tra le quinte, lasciando il tenore nei guai. Un disastro totale.

La pagina web dell’allora direttore musicale riporta un articolo dell’epoca, senza indicazione della fonte, con la conclusione della serata: “after a short interval the tenor returned with soprano substitute Slavka Taskova Paoletti and the troupe’s musical director Aldo Pizzolo.”

Così, riferisce chi ha caricato il video, Dame Joan riporta l’incidente nella sua autobiografia:

After a very slight crack of the tenor in act 1, the audience voiced its disapproval momentarily. The opera proceeded without further interruption until the last act duet “Parigi o cara” when catcalls and booing erupted from a portion of the house, the rest calling for silence and wanting the opera to continue. Lamberto had done nothing to warrant such an outburst and I said quietly to him “We don’t have to try and sing against that – come on”, nodded to Richard and the three of us returned to our dressing-rooms.

Un dì felice, eterea (l’audio), che appartiene all’Atto I è il “very slight crack” di cui parla dame Joan, e da solo sembrerebbe smentirla. Parigi, o cara , noi lasceremo (il video), del III atto, è l’aria del fattaccio e anche qui si può valutare se il tenore “non abbia davvero fatto nulla per meritare una simile protesta.” Il file audio, in un post di Parterre.com, la scorsa estate, ha scatenato un lungo dibattito.

Meraviglie continue del digitale e meraviglie del collezionismo (pirata), se pensiamo che qualcuno si è conservato per quasi trent’anni la cassettina con la registrazione.

Annunci

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. Anonimo said, on 25 dicembre 2012 at 04:52

    Ma è stato 17 marzo 1983 (nello stesso tempo che Pavarotti cantava Edgardo alla Scala per il suo ritorno milanese)

    Mi piace


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: