circospetto! genova da un altro punto di vista

Clamoroso in Cattedrale: San Giovanni Battista vietato alle donne (1853)

Posted in immemorabilia by circospetto on 28 settembre 2012

Inspected the Cathedral, which has some beautiful columns, said to have been brought from Jerusalem, the remaining part of the building being of marble, composed of black and white stripes, which look somewhat singular. The Chapel of St. John the Baptist within the Cathedral, has some fine carving, and behind the altar is an ancient sarcophagus, which tradition says once contained the bones of St. John—” Credat Judaeus.” By an interdict of the Pope, as a punishment in perpetuity, no females are allowed to visit this chapel: the daughter of Herodias having caused St. John to be beheaded.

John Barrow, Summer tours in Central Europe. 1853-4. Bavaria, Austrian Tyrol, North Italy, Savoy, Piedmont &c., W. H. Dalton, London 1855.  (more…)

Annunci

Osservatorio del Foturismo: San Lorenzo, edizione cellulare

Posted in foturismo by circospetto on 31 maggio 2012


(more…)

Commenti disabilitati su Osservatorio del Foturismo: San Lorenzo, edizione cellulare

San Lorenzo multimedia: i segreti della cattedrale e il battistero riaperto

Posted in città, video by circospetto on 5 marzo 2012
Vodpod videos no longer available.

Sopra le immagini nello slideshow di Colsub.it; dopo il salto, da Repubblica, il battistero nel video di Fabrizio Cerignale e la visita guidata in quello di Riccardo Molinari(more…)

Commenti disabilitati su San Lorenzo multimedia: i segreti della cattedrale e il battistero riaperto

De Ferrari, i potenti mezzi RAI per il cardinale Bagnasco e i migranti

Posted in città by circospetto on 15 gennaio 2011

Ben tre mastodonti carichi di attrezzature in viaggio verso piazza San Lorenzo per la diretta della messa di domani alle 11 su Rai Uno. (more…)

Commenti disabilitati su De Ferrari, i potenti mezzi RAI per il cardinale Bagnasco e i migranti

Giovani “arrestati per aver tossito in duomo” (10 marzo 1852)

Posted in città, notizie by circospetto on 10 marzo 2010

Gazzetta del Popolo (Torino), 10 marzo 1852

Ecco le notizie che ci pervennero da Genova, esse sono di una persona onestissima, moderata e schiettamente costituzionale.

Genova, 8 marzo. — «Aggiungo una postilla alla mia di ieri informandovi che gli agenti della pubblica forza, dopo il subbuglio avvenuto nel duomo provocato dal predicatore, operarono diversi arresti nel modo il più incostituzionale. (more…)

Commenti disabilitati su Giovani “arrestati per aver tossito in duomo” (10 marzo 1852)

San Lorenzo, quando predica “Don Furibondo” (8 marzo 1852)

Posted in città, notizie by circospetto on 8 marzo 2010

Gazzetta del Popolo (Torino), 8 marzo 1852:

GENOVA. — 8 marzo. — Don Furibondo del Duomo continua col suo linguaggio provocante ed audace a inveire contro la libertà. Don Ferdinando Angelini, che tale è il nome dell’oratore, dopo la sua sacrilega apologia al colpo di Stato del due dicembre, che disse opera della Divina Provvidenza, esaltò quest’oggi, pure come opera di Dio, la spedizione di Roma fatta dalle armi Napoli-ispano-franco-austriache nello scopo di far cessare la carneficina (sic) che I liberali facevano dei preti; i cadaveri dei quali squartati, mutilati, giacevano insepolti nelle vie di Roma. (more…)

Commenti disabilitati su San Lorenzo, quando predica “Don Furibondo” (8 marzo 1852)

Capodanno 1852: caravana, carbonai, cattolici, clero e campane

Posted in città by circospetto on 3 gennaio 2010

Gazzetta del Popolo (Torino), 3 gennaio 1852.

(more…)

Commenti disabilitati su Capodanno 1852: caravana, carbonai, cattolici, clero e campane

San Lorenzo: illuminare la notte con un gesto simbolico

Posted in città, eventi by circospetto on 24 dicembre 2007

Dal tramonto di questa sera fino alla mattina di domani, per sottolineare il valore morale e civile della risoluzione sulla moratoria della pena di morte da poco approvata dall’ONU, la facciata della cattedrale di San Lorenzo sarà illuminata a giorno insieme con quella di altri monumenti in tutto il Paese. “Vogliamo che prevalga una cultura della vita e un rigetto della pretesa dell’uomo di togliere la vita a un’altra persona”, sottolinea Francesco Rutelli. “È un gesto simbolico che sottolinea valori e ideali profondi e singolari della cultura del popolo italiano”, scrive la nota ufficiale del Ministero:

Nella notte di Natale i riflettori illumineranno il Castello dell’Aquila, Palazzo del Podestà a Bologna, la Cattedrale di San Lorenzo a Genova, Villa Reale a Monza e Palazzo Ferretti ad Ancona, il Colosseo a Roma, i Sassi di Matera e la Piazza del Sedile di Potenza, Palazzo Arnone di Cosenza, Castel dell’Ovo a Napoli, il Castello di Miramare e la Basilica di San Giusto a Trieste, il Castello Pandone di Venafro, il Giardino del Castello di Racconigi, la Chiesa di San Nicola di Bari, la Chiesa di San Saturnino a Cagliari, Palazzo Pitti a Firenze, la Fontana Maggiore di Perugia e la Chiesa del Redentore a Venezia .

Grazie a Wikisource possiamo risalire alle origini del dibattito in corso e leggere il testo de Dei delitti e delle pene di Cesare Beccaria, il saggio che nella seconda metà del Settecento contribuì a mettere in discussione la pena capitale (lo Stato, tanto per cominciare, per punire un delitto ne commetterebbe uno a sua volta) finendo all’Indice dei libri proibiti dalla Chiesa. Segno tangibile della vasta eco che ebbe il trattato è la sua traduzione in inglese del 1775, An Essay on Crimes and Punishments, con prefazione attribuita a Voltaire, che si può leggere (e scaricare) grazie al lavoro di digitalizzazione di Google. E il “gesto simbolico” del ministro per i Beni culturali ci darà anche un’occasione per goderci di notte la facciata di San Lorenzo, restaurata nel 2000 per il Giubileo (e dotata di nuove luci per, se non ricordiamo male, il G8 dell’anno seguente).

La foto della cattedrale è di yakke, da flickr.

Commenti disabilitati su San Lorenzo: illuminare la notte con un gesto simbolico

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: