circospetto! genova da un altro punto di vista

[Video] Progetto integrato Valbisagno: Molassana aliena?

Posted in video by circospetto on 8 aprile 2016

 

IL SECOLO XIX: “Il nuovo volto di Molassana si rifletterà anche nei dettagli. «A cominciare da un’illuminazione assolutamente innovativa – precisa Anna Nicoletti – Punti luce sospesi, distribuiti lungo cavi di acciaio tesi in aria, scenografici e modificabili a seconda delle esigenze. Anche le luci dei parcheggi e degli elementi di arredo saranno curate con attenzione, così come gli spazi verdi attrezzati con panchine in legno e alberi ad alto fusto».”

EraSuperba: “Il cosiddetto Progetto Integrato per Molassana è un importante piano europeo (Por-Fesr 2007-2013) per la riqualifica della Media Valbisagno. Grazie ad un investimento di 15 milioni di euro (di cui il contributo concesso sul Por è di 9 milioni, pari al 74,48 % dell’investimento complessivo), il restyling del quartiere si è concretizzato in un ampio progetto che interessa diverse aree e strutture: oltre alla riconversione dell’area ex-Boero, anche la realizzazione della strada sulla sponda destra del Bisagno, la pedonalizzazione di via Molassana, il recupero dell’antico acquedotto, il rafforzamento degli argini del torrente Geirato e la costruzione (ultimata) dell’edificio che ospita il nuovo centro civico.”

Puntate precedentiIntervallo: Molassana, scorci della città anni Settanta e Ottanta

Comments Off on [Video] Progetto integrato Valbisagno: Molassana aliena?

[Immemorabilia] “CAMBIA, DAVVERO. INSORGI!” (2012)

Posted in immemorabilia by circospetto on 7 aprile 2016

Cambia, davvero. Insorgi!

Puntate precedenti[Immemorabilia / Video] Porto Antico, il Cono di Portman (1988)
[Immemorabilia] Michele Serra e Allen Ginsberg a Sampierdarena (1979)
[Immemorabilia] MONUMENT OF VICTOR EMMANUEL II (1886)
[Immemorabilia] Renato Cenni e la bacchetta magica di Meriana
[Immemorabilia] Amore per il passato come critica del presente? (1845)
[Immemorabilia Social] Un pazzo in mutande in via XX Settembre (1914)
[Immemorabilia] Vintage: niente indecenze alla FNAC, grazie (2011)
[Immemorabilia] Carige, «Manuale per chi si reca all’estero» (circa 1968)
[Immemorabilia] CARIGE: ricordatevi di incassare le cedole 1976-1978!
[Immemorabilia] Carte “Risorgimento”, Paranza Genovese (1920)
[Immemorabilia] Mister Do, “CONTINUANO LE SERATE AFRO” (1994)
[Immemorabilia] Battisti: gli architetti non vanno a San Lorenzo (1979)
[Immemorabilia] Ettore Sottsass a Bogliasco, Nervi e Parigi (1967)
[Immemorabilia] De Andrè: Genova, «Due, tre cose che so di lei» (1985)
[Immemorabilia] “Jewish Refugees in Italy Look Toward Palestine” (1947)
[Immemorabilia] Darsena, il progresso scaccia l’eccentrico (2009)
[Immemorabilia] Bonessio di Terzet: Genova, città fantasma? (1998)
[Immemorabilia] Tommaseo: al Diva l’elezione di Miss Giarrettiera (1987)
[Immemorabilia] «PSYCO club venerdì sabato lunedì domenica»
Immemorabilia: il trattamento degli obiettori di coscienza negli anni 80
Immemorabilia: piazza Campetto, Fratelli Klainguti (1988)
Immemorabilia: rinvenuto elenco telefonico del 1969

Comments Off on [Immemorabilia] “CAMBIA, DAVVERO. INSORGI!” (2012)

[Foto] Camera del Lavoro: dopo 120 anni, il lavoratore è tatuato

Posted in città by circospetto on 6 aprile 2016

Dopo 120 anni, il lavoratore è tatuato

120 anni di CGIL

IL SECOLO XIX: “Il 30 giugno la presentazione del terzo volume della storia della Camera del lavoro di Genova, che abbraccia questa volta il periodo storico che va dal 30 giugno 1960 all’omicidio di Guido Rossa. «La Camera del lavoro vuole ricordare la storia passata ma soprattutto lanciare uno sguardo al futuro – spiega il segretario Ivano Bosco – perché modernità oggi significa rivendicare ancora una volta i diritti del lavoro sopratutto in un mondo dove non tutti hanno gli stessi diritti. Per questo a partire dal 9 aprile e per sei mesi come prevede la legge raccoglieremo le firme per un nuovo statuto dei lavoratori che allarghi i diritti a tutti quanti se ne sono ancora esclusi».”

ULIANO LUCAS: “6 aprile, ore 16.30, Il sindacato davanti alla modernità, Tavola rotonda con interventi di Ivano Bosco, Luca Borzani, Stefano Musso, Carlo Galli e Susanna Camusso, Palazzo Ducale, Salone del Maggior Consiglio, Genova. Durante l’incontro verrà presentato il libro di Uliano Lucas Il tempo dei lavori, Canneto Editore”

REPUBBLICA: “Oltre 500 persone hanno affollato il Salone del Maggior Consiglio, a palazzo Ducale per festeggiare i 120 anni della Camera del Lavoro. ‘Modernità significa per la Cgil riconquistare i diritti – ha detto il segretario della Camera del Lavoro Ivano Bosco aprendo l’incontro – diritti che in questi ultimi vent’anni sono stati cancellati, a partire dal diritto di avere un lavoro’.”

Sotto: Hoover Dam, USA, 1937

Hoover Dam

Puntate precedenti[Foto / Video / Social] Uliano Lucas in giro per la città
Il 1960 e i “fatti di Genova”: 4, un filmato del 30 giugno 1960
Resistenza e dopoguerra, i “fatti di Genova” del 30 giugno 1960

Comments Off on [Foto] Camera del Lavoro: dopo 120 anni, il lavoratore è tatuato

[Foto] Vedere la città dall’alto: l’edilizia acrobatica

Posted in città by circospetto on 6 aprile 2016
Tagged with:

Comments Off on [Foto] Vedere la città dall’alto: l’edilizia acrobatica

[Foto / Video] Turismo dei defunti, Porto Antico vs. Cimitero di Staglieno

Posted in città by circospetto on 2 aprile 2016

Turisti e defunti, Porto Antico vs Staglieno

E’ possibile conoscere l’identità dei plastinati o sapere qual è stata la causa della morte di queste persone?
Le mostre BODY WORLDS esistono grazie ai donatori di corpo. Nell’atto di donazione (che è un vero e proprio atto legale, opportunamente registrato) è garantito l’anonimato. Nelle esposizioni non si fornisce nessun dato circa identità o causa della morte dei donatori. Sono i corpi stessi ad essere al centro dell’attenzione, non le informazioni personali che li riguardano.

Cimitero monumentale di Staglieno. Una guida turistica per un grande patrimonio
L’idea di realizzare una pubblicazione su Staglieno è nata da un’esigenza specifica. Sempre più turisti presso gli Uffici IAT e un numero via via maggiore di tour operator alle fiere di settore hanno fatto registrare un interesse crescente nei confronti del Cimitero Monumentale. Non essendo mai esistita una guida puntuale e accurata che accompagnasse il visitatore, che per le dimensioni della necropoli e la ricchezza di opere può risultargli “ostile”, si è cercato di razionalizzare i vecchi opuscoli realizzati dal Settore Servizi Cimiteriali, integrandoli con alcune informazioni più prettamente artistiche e soprattutto riorganizzandoli in un’unica pubblicazione con un’impostazione spiccatamente turistica.

Comments Off on [Foto / Video] Turismo dei defunti, Porto Antico vs. Cimitero di Staglieno

[Foto] Il Panorama del centro-destra: Sgarbi, Signorini, Geronimo Stilton

Posted in città by circospetto on 1 aprile 2016

Panorama del centro-destra

Panorama d'Italia a De Ferrari

Tutto il programma sul sito del noto periodico.

Comments Off on [Foto] Il Panorama del centro-destra: Sgarbi, Signorini, Geronimo Stilton

[Video] Iva Zanicchi + Sterling Saint Jacques live a Marassi (1979)

Posted in video by circospetto on 29 marzo 2016

Comments Off on [Video] Iva Zanicchi + Sterling Saint Jacques live a Marassi (1979)

[Video] Skate: Lungomare (Corso) Italia

Posted in città by circospetto on 25 marzo 2016

Comments Off on [Video] Skate: Lungomare (Corso) Italia

[Foto] Eataly: per la Santa Pasqua mangiate un gatto robot spaziale!

Posted in città by circospetto on 24 marzo 2016

Comments Off on [Foto] Eataly: per la Santa Pasqua mangiate un gatto robot spaziale!

[Foto] Un Blu (impallidito) al Buridda, una galleria (abbandonata)

Posted in città by circospetto on 23 marzo 2016

blu al buridda

Sopra, l’opera oggi; sotto, l’opera nel 2006 (via il sito dell’artista).

Blu (2006) al Buridda

YURY: “Oltre a questi progetti però, è giusto spendere due parole su un luogo che racchiude graffiti e opere di artisti conosciuti in tutto il mondo, un luogo che, a prescindere da quello che rappresenta, è senza dubbio uno dei posti in città, ma anche in Italia, che può essere definito una vera e propria “galleria d’arte underground”: stiamo parlando del LSOA Buridda in Via Bertani, recentemente sgomberato per essere venduto all’asta dal suo proprietario legale, il Comune di Genova. Un laboratorio (ex facoltà di Ingegneria) che è stato autogestito per più di 11 anni e che al suo interno ha avuto l’onore accogliere graffiti di artisti internazionali come TENIA, BLU , ETNIK, EL MAC, ETAM CRU, USELESS IDEA, ERICAILCANE, ATOMO e FJODOR. Un patrimonio che è tristemente destinato a essere cancellato da una mano di bianco.”

IL SECOLO XIX: “È una delle opere prime e più rappresentative dell’artista, famoso in tutto il mondo e di cui si conosce poco o nulla, se non che è nato nelle Marche. Blu è balzato alle cronache in questi giorni dopo la decisione di coprire i suoi murales a Bologna per protestare contro la mostra sulla street art organizzata da Genus Bononiae. Un atto “politico” in antitesi alla “mercificazione della creatività”, un gesto che ha scatenato un forte dibattito sul mondo dell’arte di strada, portando sotto i riflettori i suoi lavori più celebri. […] «Il vecchio Buridda di via Bertani, grazie alle tre edizioni di Illegal Arts curate da Vitto e da Cesare Bignotti, festival dedicati al mondo della street art, custodisce lavori di Blu, di Dem, 108, Erica il Cane, Etam Cru, artisti di livello internazionale», racconta uno dei ragazzi della nuova Buridda di corso Montegrappa.”

blu-e-dem-at-buridda-light

(Immagine via Genovaconcerti)

Puntate precedentiErrori (anche) fatali: collettiva all’Anyway Gallery / Buridda
[Foto] Estate in piazza della Nunziata: AMIU + Buridda = Chtulhu
[Foto] La sede del Lab Buridda, via Bertani vs. via delle Grazie
[Foto] Buridda, una mano di bianco: c’era bisogno di una provocazione?
[News] Sgombero del Buridda: voci dal dibattito su Twitter, 5 giugno
[Foto] Nunziata: dalla street art all’arte in strada (dove dura poco)
[Foto] Street art? Circonvallazione a monte, «Io sono un vero cesso»
[Foto e video] Street Art: “Viva Osvaldo”, via Nino Bixio
[Fotogalleria] Street Art: ANTON, non è un paese per vecchi
[Foto] Street Art, Pimp My Segnaletica Orizzontale
[Video] Street art, Clet ridisegna la segnaletica
Street art, yarn bombing sugli alberi di corso Firenze

Comments Off on [Foto] Un Blu (impallidito) al Buridda, una galleria (abbandonata)

[Foto] Arte in galleria: Unimediamodern, “Andante animato”

Posted in città by circospetto on 22 marzo 2016

Comments Off on [Foto] Arte in galleria: Unimediamodern, “Andante animato”

[Video / Social] Frana di Arenzano, i video del telefonino e il drone

Posted in città by circospetto on 22 marzo 2016

Comments Off on [Video / Social] Frana di Arenzano, i video del telefonino e il drone

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 478 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: