circospetto! genova da un altro punto di vista

[Foto] David Bowie in città: la nave, il porto, l’hotel Colombia (1976)

Posted in città by circospetto on 11 gennaio 2016

David Bowie a Genova

Foto Antonio Amato, secondo alcuni; secondo Repubblica, foto di Bruno Maccarini; secondo GenovaQuotidiana è stata scattata da Bruno Maccarini e recuperata qualche anno fa da Antonio Amato

Scriveva Ferdinando Fisher nel 1976 (via Velvet Goldmine):

Genova, aprile 1976
Dopo i febbrili preparativi della RCA e della Gondrand per ottenere i permessi di salire a bordo della Leonardo da Vinci, la gigantesca nave in servizio da New York a Genova, tutto è pronto per accogliere David Bowie che, dopo quasi un anno e mezzo, torna nel vecchio continente per compiere una tournée che toccherà in pratica le maggiori città europee.
Sulla banchina sono schierate due luccicanti limousine ed un Ford Transit destinato ad accogliere una trentina di massicci bauli. Il “comitato” addetto ai festeggiamenti è piuttosto numeroso e variopinto: c’è la bellissima ed elegante Angie Bowie ed il delizioso figlioletto Zowie, Pat Gibbons il nuovo giovanissimo manager di David, il baffuto ed abbronzantissimo Carlo Basile, label manager della international della RCA italiana, James Fisher, coordinatore delle attività europee della RCA inglese, lo juventino Claudio Bonivento, promotion milanese della RCA, Frank Mancini, funzionario americano addetto speciale a tutte le tournée degli artisti RCA, tre autisti, due efficienti funzionari del porto di Genova, il sottoscritto più una decina di fans e i soliti curiosi. Mentre aspettiamo che si compia la laboriosa manovra d’attacco della nave chiedo al mio omonimo James come mai Bowie sia arrivato proprio in Italia dove non è prevista nessuna tappa. La risposta è lapidaria.
“David non viaggia mai in aereo, solo su navi o treni. E poiché ha appena terminato di suonare in America, per venire in Europa ha preso la Leonardo da Vinci che appunto fa scalo finale a Genova. Da qui andremo a Verona e passando sull’autostrada del Brennero ci trasferiremo a Monaco dove avrà luogo il primo concerto.”

bowiegenova3Finalmente la nave è ormeggiata e vengono aperte le passerelle che conducono alle cabine di prima classe: dopo aver percorso tre rampe di scale ed innumerevoli corridoi arriviamo alla fatidica room B”. La porta si apre e David ci viene incontro felice e sorridente. E’ ancora più allampanato del solito ma in ottima forma: indossa un completo grigio di gabardine stile anni 40 (sembra un figurino) e la nuova pettinatura accentua ancora di più i lineamenti del suo viso esile e pallido. Solo i capelli sulla nuca conservano le tracce della colorazione rosso carota di Ziggy Stardust e Thomas Jerome Newton (il ruolo da lui interpretato nel film “L’uomo che cadde sulla terra”), poiché ora la sua testa è quasi completamente naturale; non si può dire che sia bello ma indubbiamente un personaggio interessante. Abbraccia commosso la moglie ed il suo unico figlio poi con grande cordialità stringe la mano a tutti i presenti.

Tagged with:

Commenti disabilitati su [Foto] David Bowie in città: la nave, il porto, l’hotel Colombia (1976)

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: