circospetto! genova da un altro punto di vista

L’Autarca (1936) dalla Wolfsoniana alla Triennale: Milano, “Art&Foods”

Posted in città by circospetto on 10 ottobre 2015

L'Autarca alla Triennale

Affrettarsi, la mostra chiude il primo novembre. Scrive la Wolfsoniana:

L’Autarca, entrato nel patrimonio della Wolfsoniana grazie a una recente donazione. Si tratta di un tavolo rotondo, dalle forme geometriche prive di decorazione, progettato dal notaio genovese Angelo Fasce (Genova 1878 – Ovada, Alessandria, 1943), che ne ottenne il brevetto nel 1936 con la definizione “Tavolo contenente tutto il necessario per il servizio dei pasti”. La caratteristica più singolare dell’opera è infatti che, grazie a un meccanismo di pesi e contrappesi, dalla sua parte centrale possono alzarsi, girando una manovella, vari piani contenenti tutto quanto è necessario per un pranzo completo. In questo modo i commensali potevano consumare il pranzo senza doversi alzare e senza l’ausilio di personale di servizio. Il tavolo è presentato con il suo “corredo” originario: i piatti in terraglia rossa della Richard-Ginori, le tazzine da caffè in bachelite, i bicchieri in vetro di Murano, le tovagliette di lino ricamato, i menu originali, oltre ad alcune fotografie d’epoca che consentono di capirne il funzionamento.

Autarca-chiuso

Tagged with: ,

Commenti disabilitati su L’Autarca (1936) dalla Wolfsoniana alla Triennale: Milano, “Art&Foods”

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: