circospetto! genova da un altro punto di vista

[Immemorabilia] Renato Cenni e la bacchetta magica di Meriana

Posted in arte, immemorabilia by circospetto on 18 febbraio 2015

Renato Cenni, scena dalla Via Crucis

Dialoghi sotto la pergolaLa moglie di Renato Cenni aveva persuaso un consigliere di maggioranza a presentare un’interrogazione (ex art. 38, quindi la risposta andava data subito) per domandare che fine aveva fatto il Calvario di Cenni, donato anni prima al Comune. In effetti era stato messo in deposito, perché i direttori dei musei non lo ritenevano meritevole di una sala tutta sua al Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Nervi. O forse non avevano spazio.

Neppure io giubilavo per le quattordici stazioni della Via Crucis, non perché al posto di Cristo ci fosse un deportato qualunque, questo non mi turbava proprio per niente, anzi. Ma perché l’opera era a mio parere un po’ ‘gridata’, perciò non intimamente poetica. Cenni, artista sanguigno e immediato, l’aveva sentita così e così l’aveva realizzata meritandosi gli elogi di non ricordo quale ente internazionale. Ben altro spessore hanno i suoi disegni della vita partigiana, più filtrati e genuini, esposti alla mostra ‘Arte della Libertà’ nel 1995 per ricordare i cinquanta anni dalla Liberazione.

Nel frangente dell’interrogazione me la cavai con un colpo di bacchetta magica. Prima di andare a rispondere feci esporre le quattordici tele in una cappella della chiesa sconsacrata di Sant’Agostino e puttanescamente dissi alla signora Cenni che era in tribuna: ‘La signora Cenni forse non era stata informata, ma le tele di suo marito Renato sono esposte da qualche tempo in Sant’Agostino. La prego, vada a vederle e si ricrederà.’

Giovanni Meriana, Mauro Valerio Pastorino, Dialoghi sotto la pergola, SAGEP, Genova 2011 [acquista online]

Puntate precedenti[Immemorabilia] Amore per il passato come critica del presente? (1845)
[Immemorabilia Social] Un pazzo in mutande in via XX Settembre (1914)
[Immemorabilia] Vintage: niente indecenze alla FNAC, grazie (2011)
[Immemorabilia] Carige, «Manuale per chi si reca all’estero» (circa 1968)
[Immemorabilia] CARIGE: ricordatevi di incassare le cedole 1976-1978!
[Immemorabilia] Carte “Risorgimento”, Paranza Genovese (1920)
[Immemorabilia] Mister Do, “CONTINUANO LE SERATE AFRO” (1994)
[Immemorabilia] Battisti: gli architetti non vanno a San Lorenzo (1979)
[Immemorabilia] Ettore Sottsass a Bogliasco, Nervi e Parigi (1967)
[Immemorabilia] De Andrè: Genova, «Due, tre cose che so di lei» (1985)
[Immemorabilia] “Jewish Refugees in Italy Look Toward Palestine” (1947)
[Immemorabilia] Darsena, il progresso scaccia l’eccentrico (2009)
[Immemorabilia] Bonessio di Terzet: Genova, città fantasma? (1998)
[Immemorabilia] Tommaseo: al Diva l’elezione di Miss Giarrettiera (1987)
[Immemorabilia] «PSYCO club venerdì sabato lunedì domenica»
Immemorabilia: il trattamento degli obiettori di coscienza negli anni 80
Immemorabilia: piazza Campetto, Fratelli Klainguti (1988)
Immemorabilia: rinvenuto elenco telefonico del 1969

Commenti disabilitati su [Immemorabilia] Renato Cenni e la bacchetta magica di Meriana

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: