circospetto! genova da un altro punto di vista

In vetrina: da Happy Valley ecco Donald Diesel, grasso e felice (2002)

Posted in vetrine by circospetto on 24 aprile 2010

[Aggiornamento: Donald Diesel ritrovato su eBay]

“Save Yourself, Donald Diesel e Work Hard rimangono pietre miliari nella storia della pubblicità” scriveva su Maxim, chissà quando, il pubblicitario Guido Mercati, che definisce i responsabili di questa campagna del 2002, Erik Kessels e la Diesel, “poche persone geniali che ricordano agli altri come muovere le chiappe flaccide fuori dai loro grigi uffici”. Commentava all’epoca Aldo Grasso sul Corriere Economia:

“Ciao amici, sono Donald, Donald Diesel e sono la mascotte di Diesel, la marca di moda che ti fa sorridere”. Si presenta con parole gentili e seducenti il pupazzone rosso dal sorriso stampato e la cresta punk – un coacervo di segni a metà fra il Gabibbo e l’omino Michelin – che fa da testimonial alla nuova, spiazzante campagna di comunicazione del brand più creativo e irriverente degli ultimi anni. Donald (il nome vi ricorda qualcosa?) fa da cicerone in un posto chiamato “Happy Valley, la valle più felice sulla faccia della terra”. […] non di un paradiso perduto e ritrovato si tratta (nonostante gli innumerevoli richiami iconici), ma piuttosto di un Eden dei consumi, dove ogni desiderio è soddisfatto dal brand globale. Un universo di plastica, insomma, perfetto e agghiacciante. Le immagini del fotografo svedese Carl-Johan Paulin ritraggono con lo stesso linguaggio stereotipi ed eccessi della post-modernità dominata dalle merci immateriali, dalle leggi del marketing, dalla pubblicità che non vende più benefit e ragioni ma sogni e sentimenti (“Entra in questo take-away e sarai felice”, “Bevi questa bibita e avrai una vita divertente”). E realizzano così un paradosso della società dello spettacolo, dove critica e propaganda sono parti intercambiabili di quel grande gioco collettivo che ha nella pubblicità un essenziale avamposto.

Agenzia: KesselsKramer e Diesel Creative Team Fotografia: Carl-Johan Paulin

[Aggiornamento: chiuso] THESIGN, modernariato, arredamento, arte & grafica, design, via Assarotti 59R.
Puntate precedentiVia Ceccardi, Diesel a luci rosse in vetrina: “Il sesso vende*”
Diesel, via Ceccardi: Renzo Rosso, “Siate stupidi!”
Intervallo: design diffuso, “Tahiti” di Sottsass torna in vetrina
Design diffuso: la tazzina di Matteo Thun al Porto Antico
Design diffuso: la poltrona Up di Gaetano Pesce (1969)
Design diffuso: Commenda di Pré, Olivetti Valentine (1968)
In vetrina: Tahiti di Ettore Sottsass (1981)
In vetrina: La Conica di Aldo Rossi in formato gigante
Ancora per poco, 5 totem di Sottsass a Corvetto

Commenti disabilitati su In vetrina: da Happy Valley ecco Donald Diesel, grasso e felice (2002)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: