circospetto! genova da un altro punto di vista

“Genova” di Winterbottom acquistato per il mercato USA

Posted in notizie by circospetto on 27 agosto 2008

Colin Firth & figlia (nella finzione cinematografica) da sansebastianfilmfestival.com

…dall’indipendente THINKfilm, scrive IonCinema: il film (“Basically, it’s about three people in limbo before they start their new life”), diretto da Michael Winterbottom e scritto dal regista insieme con la fida Laucence Coriat, uscirà nelle sale l’anno prossimo. Sarà proiettato al Toronto Film Festival con una “special presentation” e sarà in concorso al San Sebastián International Film Festival a metà settembre (e forse anche a Venezia).

Molte le location in città; scriveva Liana Messina sulla Repubblica delle Donne nei giorni delle riprese:

L’appuntamento è alle sette di sera, a Genova Quinto, bar A 2 passi dal mare, vicino ai giardini. Un localetto appena al di sotto della strada, metà veranda, metà all’aperto, meta estiva prediletta dai teenager. Lì, ha detto Melissa (Parmenter, line producer di Michael Winterbottom), ci sarà la festa finta-vera, nella quale si gireranno le scene di stasera. Con Winterbottom è così, il confine tra fiction e realtà è sottilissimo. […]

I ragazzi si cambiano al volo, poi tutti in spiaggia, dove le luci stanno sfumando. Si dividono a gruppi, tra le barche. La camera va su Willa, che si apparta con un paio di loro. I ragazzi sono stati scelti qui: faranno parti un po’ più importanti, anche se non hanno esperienza. “Ci sono abituato”, dice Winterbottom. “Ho lavorato spesso con attori non professionisti, e la cosa non cambia molto”. Il giorno dopo, il set si trasferisce a Genova, nelle vie strette della città vecchia, per filmare una passeggiata di Willa/Kelly con la sorella più piccola. Nelle pause, la giovane attrice si siede per terra. Il vestitino si stropiccia, ma lei non ci bada. Meglio così: è perfetta quando Michael la invita a scendere per la stradina, fermarsi con i ragazzi in motorino che le fanno acerbe avances, tirare dritto trascinandosi dietro la sorella. I passanti, incuriositi, sono invitati a non fermarsi, a entrare in campo, a fare da comparse improvvisate, purché non guardino “in macchina”.

Del buon Dario Vassallo si trova, su YouTube, la presentazione del film alla stampa; in un altro breve video, un intervento della sceneggiatrice Laurence Coriat all’IndiVision Project Lab, in Australia.

Advertisements

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. BlackAtlantis said, on 28 agosto 2008 at 15:36

    mia sorella e mia madre sono state comparse nel film …………….
    quando gliela faccio leggere la notizia ci daran di matto…

    Mi piace


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: