circospetto! genova da un altro punto di vista

De Ferrari: “Persone: Africa, società civile, cambiamento”

Posted in città, eventi by circospetto on 29 maggio 2008

fiction / nonfiction di _counterclockwise_

Foto di _counterclockwise_ da Flickr – Creative Commons

Qualche mese dopo l’esercito di terracotta altre figure sono tornate a popolare la piazza. Le sagome che sono comparse da qualche giorno sono il segno visivo di una iniziativa itinerante, che cambia dimensioni di città in città (le sagome possono arrivare fino a cento). Scrive AfricaOn, tra i partecipanti all’iniziativa:

Le figure esposte rappresentano tutte le arti e professioni (contadini, commercianti, maestri, scolari, impiegati, autorità…). L’Africa vi è rappresentata come una parte del mondo. E’ un’Africa che pensa, lavora, mangia, ride, ama, piange…, gente in mezzo alla gente, espressione di valori e potenzialità di un intero Continente. Le sagome come espressione del concetto di “mondialità”, voglia della società civile di riconoscere se stessa e farsi riconoscere..

In programma (documento Word) anche incontri e dibattiti organizzati da Chiama l’Africa, un gruppo di Onlus che propone “una nuova solidarietà con i popoli africani”:

Noi vogliamo affermare che – se se sottratta al giogo di una eterna schiavitù – l’Africa può uscire dal sottosviluppo al quale sembra condannata. La condizione è che sia lasciata libera di fare le sue scelte e di percorrere la sua strada. Il vero “sviluppo” (parola “tossica” secondo Latouche) non consiste nella riproduzione dei modelli di vita e di crescita economica dei paesi ricchi, ma consiste piuttosto nella piena espressione delle potenzialità e delle risorse degli individui, dei popoli e dei loro territori, ognuno secondo le proprie peculiarità.

Annunci

Commenti disabilitati su De Ferrari: “Persone: Africa, società civile, cambiamento”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: