circospetto! genova da un altro punto di vista

Un premio alla torta di riso, che non è finita

Posted in eventi by circospetto on 13 novembre 2007

Questa sera alle 21 (ingresso libero sino a esaurimento posti, occhio) al Teatro della Gioventù di via Cesarea c’è la trentotteesima edizione del Premio regionale ligure, presentata da Vittorio Sirianni con Paola Gavarone. “Ideato da don Bruno Venturelli nel 1970 – spiega il comunicato – il premio ha l’obiettivo di assegnare riconoscimenti a liguri che si siano affermati in vari campi della scienza e della cultura nel senso più ampio del termine.”

Colorado Cafè 2007

Molto ampio: tra i premiati quest’anno troviamo Fabrizio Casalino, Andrea Ceccon ed Enrique Balbontin insieme col designer Gaetano Pesce, Giulio Magnanini per il settore musicale, la fotografa Giuliana Traverso, l’avvocato Cristina Rossello e lo scrittore Claudio Paglieri. “Casalino, Ceccon e Balbontin al termine della premiazione si esibiranno in La torta di riso è finita.”

Curiosa fine, “in gloria”, per uno sketch ruvido (qui su YouTube se ne può rivedere uno: “Quando se ne va questo crucco qua, belin..”) andato in onda in primavera su Italia 1, a Colorado Cafè e che ha portato (come si dice) alla ribalta nazionale le tante storie dell’orrore della nostra altrettanto ruvida (per essere gentili) ospitalità. Chi non ne ha da raccontare? Come quella del noto farinotto della zona di Corvetto, da cui sei andato a cena alle sette e mezza (alle sette e mezza!) perché si sa, è all’antica e i genovesi di una volta mangiano presto, e che ti ha servito dicendo “Se volesse mangiare un po’ in fretta…” e che un quarto d’ora dopo ha cominciato a mettere gli sgabelli sul tavolo, per intenderci.

A luglio entra in campo la Regione, che coglie al volo l’opportunità. “Infine i genovesi si autodenunciano: ‘Sì, con i turisti siamo maleducati’ scrive Raffaele Niri sul Venerdì di Repubblica. “Spot dei ‘nuovi comici’ liguri, su iniziativa della Regione, che usano la satira per denunciare la cafonaggine verso i visitatori. Per spingere albergatori e ristoratori a riscoprire le buone maniere. Anche perché conviene.”

La torta di riso è finita

“L’assessore regionale al Turismo della Liguria, Margherita Bozzano, aveva accolto le battute con ironia senza nascondersi che avevano un fondo di verità”, scriveva il Secolo XIX, e il comprensibile imbarazzo dell’ente è stato così superato cavalcando l’onda: “Anziché nasconderci, abbiamo deciso di uscire allo scoperto organizzando quattro serate, una per provincia, con gli stessi tre comici, aperte a tutti gli operatori turistici. Per sottolineare che la torta di riso non è finita”, ha spiegato Margherita Bozzano a Panorama. E così, tra ottobre e novembre si sono organizzati incontri d’un paio d’ore: faccia a faccia con l’assessore e i tre comici e, al termine, aperitivo con torta di riso (ovviamente) “per convincere albergatori, baristi, ristoratori a riscoprire il sorriso e le buone maniere nei confronti dei turisti”.

Il

La torta di riso non è finita ma lotta insieme a noi (potete rivederla su YouTube – uno degli sketch è stato visto in cinque mesi più di ottantamila volte) per il bene del turismo ligure? In effetti Roberta Milano, che insegna marketing, ha recensito sul suo blog una tappa del Torta di riso Tour, apprezzando l’uso di uno sketch “ad alta viralità” in un “molto interessante esperimento di comunicazione interna” (e riportando anche una delle poche voci dissonanti: “la Bozzano si preoccupa di fare cabaret in giro per la regione con lo spettacolo sulla torta di riso”, Matteo Marcenaro, UDC).

Commenti disabilitati su Un premio alla torta di riso, che non è finita

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: